Running in the rain....(ma che palle!!!)

>> lunedì 26 maggio 2008


Questo pomeriggio,dopo aver visto la tappa del Giro d'Italia mi sono preparato per andare a correre al boschetto.
L'appuntamento con gli altri è, come al solito fissato per le 18.
Do un rapido sguardo fuori dalla finestra per decidere l'abbigliamento da indossare.
Fuori è bagnato ma non piove ma il cielo è minaccioso.
Decido allora di indossare una maglia leggera a maniche lunghe,un paio di corsari e lo smanicato nel caso che piova.Già che ci sono inforco pure un cappellino.
Quando arrivo al bosco trovo solamente Jimmy,Carletto,Antonio e Beppe.Il rischio pioggia ha fatto si che qualcuno sia rimasto a casa.
Il percorso da 3km del boschetto presenta già delle grosse pozzanghere frutto delle piogge dei giorni scorsi e ci costringe a correre a zig-zag.
Quando stiamo per terminare il primo giro dei tre previsti ecco che inizia a piovere.
La pioggia scende molto fitta e il terreno già pesante del boschetto diventa un'acquitrino.Ormai zuppi d'acqua evitiamo di saltare le pozzanghere ma ci finiamo dentro.Sembra ormai di correre una campestre.Quando arrivo a casa sono tutto inzuppato d'acqua e mia mamma mi fa spogliare sul pianerottolo e mettere la roba in una bacinella.Nelle scarpe ho puretrovato una bella trota....Chissà come ci sarà finita.
Dopo una bella doccia calda rigenerante ecco la beffa,da dietro le nuvole il sole fa capolino.....
Ma Vaffancuore......

13 commenti:

SPAGHETTO... 26 maggio 2008 21:45  

dai Paulino....se ti può consolare tu una bella doccia calda te le sei fatta...quando sono arrivato a casa il tecnico doveva ancora iniziare a ripararmi la caldaia...............................................................................fosse stato per me mi sarei "lavato" buttandomi qualche schizzo di acqua in faccia con le dita....avevo però troppo fango addosso!!!

franchino 26 maggio 2008 22:25  

Che tempo neh? Ieri a Castiglione quando abbiamo scollinato sembrava di essere a Novembre... Nebbia bassa e umido. Piccolo OT, Paolo hai visto le tappe di Sabato e Domenica? A Pampeago m'è venuta la pellaccia d'oca ricordando il lontano '99.

Paolino73 27 maggio 2008 17:41  

Oggi sono pieno di dolori da tutta l'acqua presa ieri.Se mi attacco al Tasciugo Delonghi qualche litro d'acqua dell'umidità che ho addosso me la leva.
@franchino:più che viste le ho vissute,mancava solo che mi mettevo a pedalare in casa...
Purtroppo le tappe di montagna senza il pirata sono un'altra cosa

GIAN CARLO 27 maggio 2008 18:12  

Beato te, qui(Roma) ci sono 32.5 gradi e ieri alle 18,00 il termometro segnava 31
Correre con la pioggia è un lusso.
Della serie provare sempre a vedere il bicchiere mezzo pieno.

Paolino73 27 maggio 2008 20:09  

@giancarlo:correre sotto la pioggia può anche essere un lusso ma quella di ieri non era la classica pioggerellina primaverile,era un nubifragio!!

Master Runners 28 maggio 2008 19:55  

.....il bello però è che comunque sia usciamo sempre fuori a correre, con la pioggia con il caldo con la neve .......e quando vedo la gente che da dentro la macchina ti guarda e poi ti segue con lo sguardo penso che in fondo (anche se non lo ammetterebbero mai) ci invidiano un pò ;)

Paolino73 28 maggio 2008 20:01  

Lo penso anche io.Solitamente al boschetto c'è sempre qualcuno che corre ma nelle giornate di brutto tempo ci ritroviamo in 4 o 5.Sempre i soliti stoici!!

franchino 28 maggio 2008 21:36  

Eh eh... ieri pomeriggio con Escobar stavamo facendo un pò di corsa facile Lungo Po, era un pò afoso e si era messo a piovigginare leggermente rinfrescando un pò l'aria. "Ci voleva proprio una rinfrescatina..." ho detto, per la serie le ultime parole famose. All'arco di Corso Vittorio Emanuele si è scatenato il diluvio, ovviamente eravamo nel punto più distante dalle macchine e dal primo ponte. Che lavata!

Furio 30 maggio 2008 00:20  

Ma come??
Io amo correre sotto la pioggia!!
Qui son tre settimane che piove quasi tutti i giorni!

... E IO CORRO! 30 maggio 2008 09:11  

..per la prima volta in vita mia, sto pensando al nuoto.Per ora sono allo stile mattone..

UomoCheCorre 31 maggio 2008 00:21  

Basta con la pioggia!!! C'è un punto nel Parco Colonnetti che, se piove un poco più del normale, si tramuta in una specie di laghetto. Non oso immaginare in quali condizioni possa essere con la pioggia di questi giorni...

Pimpe 31 maggio 2008 22:01  

arrivera' il caldo e poi patiremo... !ciao
pimpe

Paolino73 1 giugno 2008 18:49  

@pimpe:hai ragione tra qualche settimana rimpiangeremo il non poter correre sotto l'acqua.

@guido:anche io sono un campione nello stile a mattone!!!

  © Blogger templates Shiny by Ourblogtemplates.com 2008

Back to TOP